Ho trovato nel DNA di Ceramiche Settecento un’attitudine allo studio del prodotto che mi ha ricordato la cura che l’artigiano mette nel suo lavoro.

“Manifattura ceramica” è il payoff che ho scelto per questo progetto di rebranding, sintesi perfetta tra attività umana e quello della macchina.